Dieta 16:8 per dimagrire e per la calma insulinica, ecco come funziona

Vivere senza cibo per 16 ore e poi, sul totale delle 24 ore della giornata, concentrare i pasti nelle otto ore che rimangono. E’ questa, in estrema sintesi, la caratteristica principale della cosiddetta dieta 16:8 che permette, almeno sulla carta, di perdere peso attraverso una riduzione dell’introito di calorie. Inoltre, nelle 16 ore in corrispondenza delle quali si rimane senza mangiare, si viene a generare la cosiddetta calma insulinica e, in assenza di cibo ingerito, il corpo ha tutto il tempo per smaltire le tossine.

Fermo restando che prima di intraprendere qualsiasi dieta occorre prima rivolgersi, sempre ed in ogni caso, ad un dietologo/nutrizionista, quella cosiddetta 16:8 spicca per il fatto che si conduce un regime alimentare caratterizzato dal digiuno ad intermittenza.

E proprio il digiuno, in accordo con alcune ricerche scientifiche, avrebbe la capacità di permettere alle nostre cellule di rigenerarsi, rallentando i processi di invecchiamento, ed anche di potenziare il nostro sistema immunitario.

Related Posts

About The Author

Add Comment