Dieta del futuro con il progetto EFH: ambiente, cibo e sostenibilità

Tra cibo, salute e territorio, promuovere la dieta del futuro, ovverosia quel regime alimentare che permette l’invecchiamento in salute. E’ questo l’obiettivo del Progetto EFH – Environment, Food & Health che coinvolge tre Province e nove centri di ricerca in collaborazione con l’Euregio, e sotto il coordinamento della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige in accordo con quanto è stato riportato dal sito Internet ladigetto.it.

In forza ad un finanziamento che è di 1,2 milioni di euro nell’arco di tre anni, il progetto EFH poggia su un network di ricerca, sui seminari e su 12 percorsi per giovani ricercatori. L’obiettivo finale di Environment, Food & Health è quello di andare a mettere a punto una versione alpina della dieta mediterranea facendo tesoro dei prodotti tipici locali, dai piccoli frutti alle mele e passando per le noci, le trote, i formaggi, i cereali integrali e gli asparagi.

D’altronde per gli abitanti di Tirolo, Alto Adige e Trentino i temi legati alla dieta ed agli stili di vita saranno sempre più centrali in futuro, ai fini della tutela della salute dei cittadini, in quanto oltre il 50% della popolazione dell’Euregio è soprappeso, ed a sua volta il 20% di questo 50% e passa è obeso. In più, dalle stime è emerso che, tra gli abitanti di Tirolo, dell’Alto Adige e del Trentino, che sono attualmente 1,8 milioni, nel 2060 ci sarà oltre il 20% di over 65.

Partendo dall’Euregio, quindi, le tre Province ed i nove centri di ricerca hanno deciso di unire le forze per mettere a punto nel presente, ed a favore delle generazioni future, nuovi approcci pratici finalizzati a contrastare gli effetti dell’alimentazione non sana, dall’obesità alle malattie croniche, ed a valutare i costi ed i benefici, anche in termini di impatto ambientale ed economico, del settore agroalimentare che è presente sul territorio di Tirolo, dell’Alto Adige e del Trentino.

Related Posts

About The Author

Add Comment