Dieta estate 2017, consumi di frutta e verdura al top per il nuovo millennio

Con il grande caldo dell’estate del 2017, in Italia il consumo di frutta e di verdura ha toccato il massimo storico per il nuovo millennio. A rilevarlo è stata la Coldiretti nel far presente al riguardo come il balzo dei consumi di frutta e verdura quest’anno, rispetto al 2016, sia pari al 9,7%. In particolare, su dati Nielsen che sono relativi ai primi quattro mesi del 2017, l’Organizzazione degli agricoltori rileva un aumento de consumi di verdura e di frutta secca in entrambi i casi con un incremento dell’11,9%, mentre l’aumento dei consumi di frutta si attesta a +7,1%. Per la Coldiretti il boom dei consumi di frutta e di verdura è trainato dal grande caldo ma non solo in quanto c’è da constatare pure la tendenza degli italiani a seguire a tavola degli stili di vita decisamente più salutari e salutistici rispetto al passato.

D’altronde con il gran caldo la frutta e la verdura rappresentano la scelta più salutare per dissetarsi tra centrifugati, frullati e smoothies che, mette altresì in evidenza la Coldiretti, si possono consumare non solo a casa, ma anche in spiaggia ed al bar. In questo modo è possibile soddisfare tutte le esigenze del nostro corpo specie quando c’è molto caldo visto che i centrifugati, i frullati e gli smoothies non solo nutrono e dissetano, ma garantiscono pure il reintegro dei sali minerali, mantengono l’apparato intestinale in efficienza e fungono grazie alle vitamine da potenti antiossidanti naturali. In particolare, la frutta e la verdura fresca offrono un abbondante apporto di vitamina A, C ed E.

E se la frutta e la verdura acquistata non viene consumata subito, o comunque nell’arco della giornata, l’Organizzazione degli agricoltori raccomanda di conservarla correttamente altrimenti di solito con il gran caldo in media fino al 25% del prodotto acquistato rischia di essere sprecato a causa dell’eccessiva maturazione.

Related Posts

About The Author

Add Comment