Dieta mediterranea o vegana? Le proteine della carne battono le fake news

Le proteine della carne battono non solo le fake news, ma anche quelli che sono spesso gli allarmismi infondati. E questo perché nel nostro Paese, nello scegliere tra la dieta mediterranea e quella solo a base di alimenti di origine vegetale, il popolo dei no vegan è più ampio di quanto si possa pensare. In accordo con un’analisi della Coldiretti/Ixé, infatti, è emerso che nel nostro Paese il 95% degli italiani mangia la carne e, quindi, non rinuncia all’apporto di proteine che è fondamentale rispetto a tutti gli altri cibi tipici della dieta mediterranea.

Sui consumi di carne l’Organizzazione degli agricoltori, tra l’altro, mette in evidenza come questi nella dieta degli italiani si mantengano al di sotto del livello dei 500 grammi settimanali consigliato dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Nel dettaglio, il 24% degli italiani porta a tavola dai 200 ai 400 grammi a settimana di carne contro il 45% che ne mangia dai 100 ai 200 grammi, ed il 18% che invece non ne mangia più di 100 grammi ogni settimana.

La realtà dei fatti, in base ai dati sopra indicati, è quindi quella per cui in Italia a spopolare è la dieta mediterranea che non prevede limitazioni nell’accesso ai cibi se non per le quantità, ovverosia carne e pesce nelle giuste quantità, e lo stesso dicasi per la pasta, il pane e l’olio extravergine, e tanta frutta e verdura. Inoltre, nella dieta mediterranea a pranzo non manca neanche il classico e tradizionale bicchiere di vino.

La Coldiretti, nello sfatare le false credenze, mette in evidenza anche il fatto che in Italia il consumo di carne bovina e suina, e di pollo pro-capite, è complessivamente pari a 79 chilogrammi annui, ovverosia decisamente più basso rispetto ai 101 chilogrammi pro-capite del Portogallo, ed ai 109,8 chilogrammi della Danimarca. Così come i consumi sono più bassi anche rispetto a Germania (86 chilogrammi) e Francia (85,8 chilogrammi).

Related Posts

About The Author

Add Comment