Digiunoterapia, vantaggi e rischi per la salute

Ci sono tanti modi per recuperare, per il proprio corpo, la salute ed il benessere. Di norma questo recupero è legato all’eccesso di peso e si traduce, di conseguenza, nell’adozione di una dieta sana ed equilibrata da associare all’attività fisica. Pur tuttavia, per il recupero del benessere c’è chi ritiene che ogni tanto il digiuno faccia bene nel dare, nello specifico, una scossa al nostro corpo che si traduce anche, stando ad alcuni studi scientifici, nella rigenerazione cellulare. Coloro che sono dei sostenitori e/o dei praticanti del digiuno credono negli effetti positivi e benefici di quella che è la digiunoterapia, ma non mangiare rappresenta sempre una soluzione drastica.

Inoltre, la dieta del digiuno non può essere portata avanti con scelte, criteri e soluzioni ‘fai da te’ in quanto i rischi per la salute tendono ad essere molto alti e sono di norma direttamente proporzionali alla durata del digiuno stesso. Non a caso i nutrizionisti contrari alla digiunoterapia mettono in evidenza come al termine del digiuno, se questo è stato malgestito, la ripresa dell’assunzione di cibo rischia di far danni al nostro organismo.

Se il periodo di digiuno è lungo, infatti, nel corpo si registra un’assuefazione tale che lo stomaco e l’intestino non lavorano più compre prima, ragion per cui tornando a cibarsi gli organi legati alla digestione devono essere riportati lentamente al loro funzionamento originario senza che questo processo sia troppo brusco altrimenti si rischiano danni alla salute anche irreversibili. Pure per questo, e non solo, la digiunoterapia non deve essere mai una tecnica fai da te per dimagrire ed ancor peggio per cercare di perdere peso rapidamente. I danni legati al digiuno possono infatti essere tali da portare anche all’insufficienza renale, così come i rischi sono tali in certi casi che ad essere colpite possono essere pure le cellule cerebrali.

Related Posts

About The Author

Add Comment