Dimagrire con la dieta del latte, vantaggi perdita peso e rischi per la salute

Tra le diete lampo, che sono fortemente squilibrate, spicca la cosiddetta dieta del latte che in passato è stata per la prima volta riportata da riviste straniere, in particolare portoghesi, e che ha una durata pari ad una settimana. Sebbene il latte sia un alimento completo e nutriente, vivere di solo latte o quasi per una settimana cozza con quelli che dovrebbero essere i principi basati su un regime alimentare vario mangiando poco e spesso un po’ di tutto per l’intero arco della giornata, dalla colazione al pranzo e passando per lo spuntino, la merenda e la cena. Detto questo, la dieta del latte per sette giorni è a scalare nel senso che il primo giorno è a base di latte per poi ridurlo progressivamente introducendo cibi come la frutta, l’uovo, il formaggio light e piccole quantità di carne.

Nel dettaglio, con la dieta del latte si possono arrivare a perdere fino a 5 chilogrammi in una settimana partendo il primo giorno con 6 bicchieri di latte e seguendo sempre la regola del 6 consumando per esempio al settimo giorno solo 3 bicchieri di latte e tre frutti. In ogni caso, le calorie assunte giornalmente non superano le mille, il che la dice lunga sul fatto che quella del latte più che una dieta è un regime alimentare squilibrato che rischia solo di far danni al nostro corpo.

In altre parole, la dieta del latte è rischiosa per la salute in quanto rappresenta solo un modo per perdere peso rapidamente in maniera drastica sebbene sia di breve durata. Inoltre, la dieta del latte è tra quelle ad effetto yo-yo, ovverosia con i chili persi che poi vengono ripresi rapidamente ed anche con gli interessi. Per definizione, in dietologia l’effetto yo-yo consiste infatti nel perdere e nel riacquistare ciclicamente il peso corporeo a causa di diete che, come quella del latte, risultano essere eccessivamente ipocaloriche.

Related Posts

About The Author

Add Comment