Dormire bene per evitare di ingrassare, ma attenti alla luce!

Con un corpo ben riposato si evita di incorrere in quella fame nervosa, legata alla stanchezza, che rischia di farci ingrassare. Di conseguenza occorre dormire bene e per questo l’ambiente dove si deve riposare, possibilmente per almeno 7-8 ore, deve essere idoneo per un sonno tranquillo. Se ad esempio in camera c’è troppa luce, allora si rischiano alterazioni del ritmo sonno-veglia in quanto il fatto che il buio ci porta a dormire, mentre la luce tende a mantenerci svegli, potrebbe essere strettamente legato ad una specifica proteina.

Ad affermarlo sono stati i ricercatori della Caltech di Pasadena, la California Institute of Technology, in accordo con uno studio i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Neuron secondo quanto è stato riportato dal sito del TGCom24. La proteina identificata, e chiamata prokineticin 2, sarebbe in grado di alterare il ritmo sonno veglia in base ad una sperimentazione effettuata dai ricercatori sui pesci zebra che hanno un ritmo del sonno molto simile a quello degli esseri umani. In particolare, nei pesci con prokineticin 2 in eccesso si è invertito il ciclo del sonno in quanto tendevano a rimanere svegli durante la notte ed a dormire durante il giorno.

Ora per i ricercatori il passo successivo sarà quello di capire se l’eccesso di prokineticin 2 genera nell’uomo gli stessi effetti, ed in tal caso in futuro si potrebbero mettere a punto farmaci in grado di agevolare il corretto ritmo sonno-veglia. Aspettando che la scienza faccia il suo corso, è bene dormire in ambienti con poca luce se questa dà fastidio, mentre per quel che riguarda l’alimentazione, che a sua volta può influire sulla qualità del sonno, è bene evitare di cenare poco prima di andare a letto e comunque sono da evitare cibi troppo grassi, dalle patatine alle fritture e passando per carni che sono troppo condite.

Related Posts

About The Author

Add Comment