Le diete più strane per perdere qualche chilo, dalla Paleo a quella delle lenti blu

Quando si parla di diete spesso, purtroppo, è la fantasia a farla da padrona rispetto invece a quelli che dovrebbero essere i metodi ed i criteri scientifici. E così sono tante, più o meno efficaci, le diete a dir poco bizzarre come ad esempio la dieta ‘Visiva delle lenti blu’ in accordo con quanto riportato da Repubblica.it. In pratica con la dieta Visiva prima di iniziare a mangiare occorre indossare occhiali dalle lenti blu in modo che la visione del cibo sia meno attraente ed appetibile. In pratica, secondo la teoria della dieta Visiva la visione della tonalità blu del cibo mentre si mangia fungerebbe da inibitore dell’appetito garantendo così un minor consumo di calorie.

Tra le diete bizzarre spicca anche la ‘Paleo diet‘, ovverosia la dieta paleolitica. In pratica con questo tipo di dieta, sulla carta, si tengono lontane le patologie allo stesso modo degli umani dell’età paleolitica che, grazie al tipo di alimentazione, non si ammalavano. Nel dettaglio, la dieta paleolitica rivista e corretta ai giorni nostri prevede l’assunzione di frutta e verdura, pesce, carne magra, noci e radici, mentre bisognerebbe stare lontani dai prodotti lattiero-caseari, dagli oli trasformati, dallo zucchero raffinato, dal sale, ma anche dai legumi e dai cereali.

Per chi invece vuole perdere qualche chilo, e nello stesso tempo vuole rimanere lontano dal cibo per non cadere in tentazione, la dieta ‘ideale’ è quella del sonno. Trattasi, nello specifico, di un tipo di dieta bollato come malsano dai medici in quanto si basa sul principio secondo cui se si dorme è impossibile mangiare. Ed allora, sebbene da un lato in effetti la dieta funzioni, dall’altro però per dimagrire, in maniera peraltro poco salutare visto che si saltano i pasti, spesso si abusa con la dieta del sonno assumendo sonniferi in modo tale da poter dormire per giorni interi.

Related Posts

About The Author

Add Comment