Muoversi in bicicletta, come trovare i tragitti più sicuri

Anche quella di muoversi in bici, magari solo 30 minuti al giorno, è una buona attività fisica giornaliera per tenersi in forma e per evitare che il nostro metabolismo tenda a rallentare. Non sempre però spostarsi in bicicletta è sicuro in città, ma al riguardo un’app per dispositivi mobili iOS e Andriod può tornare molto utile.

Trattasi, nello specifico, dell’app wecity che include una nuova funzionalità chiamata ‘Bike Safe’ che permette agli utenti di recensire i tragitti migliori ma anche quelli meno sicuri per muoversi in bicicletta in città. Se la strada è pericolosa allora si attribuisce una stella, mentre le strade più sicure si guadagnano le cinque stelle.

‘Bike Safe’ è accessibile anche dal sito Internet ‘maps.wecity.it‘ per aggiungere il proprio voto ed anche per prendere visione della classifica delle grandi città italiane con il migliore Indice di Ciclabilità Urbana. Per i telefonini, l’app wecity oltre che sull’App Store e sul Google Play, si può scaricare ed installare gratuitamente anche dal Windows Store per chi ha un dispositivo mobile con il sistema operativo della Microsoft.

Stando ai dati raccolti attraverso l’applicazione, la città più sicura in Italia, per quel che riguarda la possibilità di muoversi con la bicicletta, è Reggio Emilia in virtù di un indice di ciclabilità urbana che si attesta sul valore di 3.33 rispetto ad un massimo di 5. A seguire c’è Torino con indice di ciclabilità urbana pari al 3,13, e poi Modena con 3,05 che attualmente si trova sul gradino più basso del podio come città italiana bike friendly.

In merito alla sicurezza dei ciclisti Helpconsumatori.it sottolinea come per chi usa l’auto in città il ciclista dovrebbe essere il migliore amico visto che non inquina, non crea congestione del traffico, e tra l’altro non occupa nemmeno i parcheggi. Ed invece, stando agli ultimi dati Istat aggiornato, in Italia sulle strade muore un ciclista mediamente ogni 1,5 giorni.

Related Posts

About The Author

Add Comment